lunedì 12 marzo 2012

NON CESSATE, O POTENTISSIMA


Per esprimere compiutamente il titolo sotto il quale è venerata l’Immagine miracolosa della "Beata Vergine del Castello" si dovrebbe aggiungere: "Mediatrice di tutte le Grazie". Si tratta di un dipinto del sec. XV, posto sull’arcata sovrastante il portale d’ingresso del Castello di Fiorano, probabilmente una "Maestà". La fortezza fu distrutta nel 1510; ma il dipinto della Beata Vergine rimase intatto; e quando, l’8 Febbraio 1558, soldataglie spagnole incendiarono il Borgo sorto sui ruderi del Castello, le fiamme, giunte all’altezza dell’Immagine mariana, si divisero senza arrecarle alcun danno. Iniziò così la grande devozione dei fioranesi per la "loro" Madonna: devozione rafforzata in seguito alla liberazione della Città dalla pestilenza del 1630, quando in ringraziamento essi vollero costruire il bellissimo Santuario alla Vergine.

Come i pellegrini si accendono salendo 
le scale di marmo preservate dalla peste
io salgo il mattino se c'è buio
oh femmina donna la Madre sicura
anche l'uomo tuo Figlio il maschio 
si accucciò nel seno
e chiedendo ti prenderai cura
rialzerai lo sguardo, il nostro.
Posta un commento