lunedì 2 luglio 2012

L'ESERCITO IN CASA

dicevi papi che la tua generazione non avrebbe accettato per la strada gli autoblindo, tanto meno i corpi di fanteria militare (il mitra l'elmetto l'uniforme la pistola) come cosa nella piazza normale; neanche per combattere la mafia, neanche per un altro brutto male. ché lei, la tua generazione, quella dell'aborto nata a fine anni Cinquanta, avrebbe rivisto l'esercito a Bologna, come se Cossiga fosse ancora al Viminale, o peggio le dittature in Nicaragua americane, nel Salvador, o quella in Cile, santodio che male. ho lo stesso pregiudizio quando, mentre sono con Sara sottocasa, passano in coppia due carabinieri, da un marciapiede all'altro. guardano le case, noi no, fanno finta di non vederci. 
Posta un commento