mercoledì 29 maggio 2013

UN PO' COME CARLO GUARDAVA

miliardi di giri sotto la tua casa
senza il coraggio di bussare
ma solo alzando della techno il volume
girando in tondo la piazza
come in cerca d'amore

un po' come carlo guardava
i campi alla bertola prima di rientrare
dove adesso minaccia
un enorme ospedale.
Posta un commento