lunedì 13 maggio 2013

una poesia di enrico thovez

Oh, un canto, un inno più vasto! più vasto e libero e forte!
un ampio canto che accolga
questo divino tumulto! Le vostre strofe mi soffocano;
l'anima mia si divincola
fuor dei legami nel sole! Splendimi, o sole, nel cuore!
Oh, non mi uccida la gioia:
oggi, percosso di luce, io getto un grido nel tempo:
fondo in più libere forme
le cose eterne e il mio palpito che le rinnova negli anni!
(Enrico Thovez, Il poema dell'adolescenza)
Posta un commento