venerdì 11 maggio 2012

una poesia di vittorio bodini


Nulla nella natura ama la morte.
Neanche la gazza che i fanciulli chiudono
in un orcio, per insegnarle qualche parola
da insensatamente ripetere;
e i cipressi s'allungano incredibilmente
per non sentirla, nel mattino agghiacciato
ma quest'unto di veglia, o di quella cosa, 
che abbiamo addosso
che ci sentiamo dentro non va via. (Si vedesse
una rondine in giorni come questi!)

Vittorio Bodini, Tutte le poesie, Mondadori, 1983
Posta un commento