martedì 3 aprile 2012

una poesia di frank o'hara


Ombra di Fanny Elssler! L'altra notte in sogno mi superavi
ma il sonno era tuo o mio? ombra amatissima
ombra mia ombra bara la strana malombra
stramba non eri né solo nastri un vortice tutto carne e tulle
avvolgevi la sinistra alla gamba destra come fossi io la destra
non sono mai stato tanto sveglio
portavo la calza avvolta alle tue gambe e una gran fusciacca alla vita
all'orecchio sinistro una campanella portafortuna
(per star meglio in equilibrio) e mi tiravi a terra per toccare le stelle
mi sentivo in carne e ossa finalmente
non solo un intreccio di voluttà nel bagno del tuo gran plauso
dove sei finita Fanny Elssler torna da me!

Frank O'Hara, Lunch poems, Oscar Mondadori, 1998
Posta un commento